tanac01 tanac02 tanac03

La ridda di Pag, in forma nella quale si presenta oggi, è nata nella seconda metà del 19° secolo. In quel tempo, un gruppo dei fautori del risorgimento nazionale, insieme all' amministrazione della città, hanno rinnovato alcuni elementi della tradizione della città di Pag caduti in oblio. Allora, come oggi, la ridda era accompagnata dalla musica di "mišnjice". Gli etnologi non possiedono i dati da dove proviene il passo e il tatto base della ridda, ma si suppone che sia una mistura di vari stili arrivati a Pag nei secoli 15° e 16°, durante le grandi migrazioni. Allora, per l' avanzata dei Turchi, tantissimi abitanti di Lika, Gorski Kotar e Zara sono immigrati a Pag.

Read more...
Top Panel
alt tag here
  • default
  • noheader
  • Narrow screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Wide screen resolution
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Domenica 19 Nov 2017
Formaggio di Pag

sir04 sir05 sir06

Il formaggio di Pag è caratteristico per la sua durezza, salinità, e l' aroma e il gusto specifici, che ottiene dagli oli eterici delle erbe aromatiche. A Pag, le pecore sono allevate sulle montagne esposte alla bora e salsedine che, con la salvia e il perpetuino, da al formaggio paghesano la sua aroma specifica e riconoscibile.

sir01 sir02 sir03

Formaggio fresco si può acquistare negli ultimi mesi d' inverno e nei primi mesi di primavera. Per la grande richiesta, è di solito difficile acquistare il formaggio maturo. Il formaggio fresco è notevolmente più morbido e leggero di quello precoce. Il formaggio maturo, grattugiato, si usa come ingrediente ai pasti. Il formaggio paghesano non si deve conservare nel frigorifero, ma, ben inoliato e involto in tela, è conservato in posto scuro e asciutto con molto corrente d' aria.

 

Itinerario

Inserisci i tuoi dati e calcolare come arrivare a Appartamenti “Holiday - Adriatic”



Tassi di cambio

Convertire 

in

  

Posjete sadržajima

Tot. visite contenuti : 291464

Tko je online

 61 visitatori online

Social Bookmark

Facebook MySpace Twitter Digg Delicious Stumbleupon Google Bookmarks RSS Feed